Benvenuto per la prima volta! e il tuo IP 54.198.148.176 Stai usando Default0.0

MANCHESTER UNITED CAMPIONE DEL MONDO 2008-2009

Questo United è una delle meraviglie di Sir Alex Ferguson. Il tecnico non solo ha saputo plasmare di nuovo un gruppo vincente ma ha creato una macchina perfetta per vincere, convincere e rivincere. Il mix di talento e classe, di esperienza e freschezza, di giovani e vecchie glorie è alla base di questo successo.

Il Manchester United è Campione del Mondo per Club 2008-2009!

Da molti definito il torneo dell'amicizia. Da molti deriso e criticato per una formula che non piace e che rasenta addirittura il ridicolo. Che problema c'è ad affrontare in una semifinale i Campioni di Asia, d'Oceania o d'Africa prima dello scontro con le Sudamericane? Con la vecchia Intercontinentale sarebbe stato LDU-United e non avremo potuto aprezzare il Gamba Osaka, simpatica formazione d'Asia capace di rifilare 3 gol allo United!

Checchè se ne dica, la Coppa è importante e l'orgoglio dello United non solo è quello di essere per la seconda volta Campione del Mondo ma è anche quella di essere l'UNICA squadra inglese ad aver vinto prima l'Intercontinentale, poi il Campionato del Mondo per Club. Non c'è Liverpool, Chelsea o Arsenal che tengano e anzi quest'ultime due devono prima vincere la Champions per assaporare l'aria del Giappone.,,

Lo United non ha deluso le aspettative dei tifosi è ha vinto il Campionato del Modno per Club come da pronostico. Sir Alex Ferguson diventa cosi come fu il "Mago" Herrera con la Grande Inter e Arrigo Sacchi con il Milan degli Invincibili il terzo allenatore a laurearsi Campione del Mondo per due volte con la stessa squadra. Nel caso di Alex Ferguson due competizioni diverse che premiano con la stessa gloria. Un allenatore entrato nel mito il nostro Sir Alex Ferguson che con lo United è riuscito a vincere tutto e a rivincere tutto.

Questo Mondiale è il 31° trofeo di una carriera esemplare fatta di genio e tatticismo, di grinta e paternità. Prima di tutto Sir Alex Ferguson è un padre per i propri giocatori e poi manager. Riesce a tirare il meglio dai suoi in qualsiasi occasione e li fa sentire importanti anche quando il gioco si fa duro. In questo Mondiale poi ha sbalordito facendo giocare Rafael (classe 90) e Evans (Classe 88) oltre a Anderson (anche lui classe 88 ma ormai abituato a certi palcoscenici).

Non ha paura di puntare sui giovani e lo fa assumendosi ogni responsabilità e anzi viene premiato spesso e volentieri.

Circa 3 anni fa (2005-2006), quando lo United veniva buttato fuori dall'Europa dal Benfica, si disse che lo United era alla fine di un ciclo e che per un po' di tempo ci saremmo scordati i trionfi della compagine Inglese.

Lo United aveva gia messo le basi per i trionfi di oggi solo che non venivano notati perchè si sa nel calcio tutto e subito oppure niente.

La finale con il Liga de Quito non è stata una passeggiata come era lecito attendersi ma ha vissuto di una certa frustazione in zona gol per lo United e di una voglia di portare ai rigori la contesa da parte dell'LDU.

A sorpresa Sir Alex Ferguson tiene in panchina Scholes, Neville e Giggs e inserisce Rafael da Silva sulla fascia, Park a supporto di Rooney e Carrick al posto di Scholes.

Lo United parte con il brivido visto che dopo soli 4 minuti la LDU ha l'occasione che avrebbe reso il match una vera battaglia. Punizione tagliata di Manso che beffa tutta la retroguardi dello United e per poco Bolanos non beffa Van der Sar. Lo United diventa però subito padrone del campo e il primo tempo si trasforma in un monologo che solo l'ottimo Cevallos non apprezza.

Rooney è il più ispirato e oltre a fare la parte difensiva si porta con pericolosità davanti. Sfiora il vantaggio con un bolide dal limite prima e con un pallonetto poi. Niente da fare. Ci prova Tevez di testa su un cross di un Cristiano Ronaldo poco in palla e sempre in cerca della giocata spettacolare. Ci prova Rio Ferdinand di testa con la palla che esce di un centimetro. Ci prova Park al termine di una giocata spettacolo Rooney-Tevez-Rooney-Park. E ci riprova proprio alla fine del primo tempo con un tiro dall'area piccola.

0-0 e si sa, queste partite sono fin troppo tese per essere vinte con facilità. Il divario che c'è fra le compagini Europee e quelle Sudamericane c'è e si conosce visto che i migliori giocatori del Sudamerica giocano proprio in Europa. Il problema e anche il fascino di questa coppa però è proprio il vedere questo divario appiattirsi. Complice la tensione, l'informazione sugli avversari, la paura di non vincerla.

Lo United decide di complicarsi la vita all'inizio del secondo tempo con una stupidagine di Vidic che reagisce con una gomitata su un avversario della LDU. United in 10 e tutto il secondo tempo davanti. Sir Alex Ferguson dimostra allora tutta la sua sapienza di Manager (non a caso ha vinto 31 trofei in 22 anni con lo United! e 42 in tutta la carriera farcita anche da 52 riconoscimenti personali...) inserendo il giovane Evans (il Piccolo Ferdinand come lo chiamo io) al posto di un Tevez scontento della sostituzione. Alla fine avrà ragione il vecchio Fergie.

La linea difensiva resta nuovamente a 4 con Cristiano Ronaldo chiamato avanti a supportare Park e Rooney. La LDU però non ne approfitta e anzi lo United in 10 sembra giocare come se non mancasse l'uomo. Le occasioni sono di meno rispetto al primo tempo ma la sensazione che si ha è che serva un invenzione da parte di qualche stella del Manchester United per vedere sbloccata la situazione. Tutti si aspettano Cristiano Ronaldo e invece ecco la perla di Wayne Rooney che raccoglie uno splendido passaggio di esterno di Ronaldo e con un giro delizioso piazza la palla all'angolo sinistro dell'ottimo Cevallos.

La partita è in disceda adesso per gli uomini di Ferguson ma la LDU dimostra di avere carattere e ci prova con due bolidi da fuori con Manso. Van der Sar inoperoso fino a metà del secondo tempo si supera e dimostra all'età di 38 anni di essere ancora decisivo. I detrattori italiani e juventini la smettano di ricordare quelle due papere in bianconero e comincino a valutare un calciatore nel complesso senza passare sugli errori degli altri solo perchè poi hanno torto...

Con il brivido del tiro di Manso all'89° si chiude questo Mondiale per Club che vede il trionfo del Manchester United.

Menzione per Wayne Rooney. Nell'ultimo mese e mezzo il campione Inglese è parso sottotono, pur segnando il gol decisivo nel Derby di Manchester non ha mai dato l'impressione di giocare ad altissimo livello. Chiude questo Mondiale con 3 gol e il Pallone d'Oro Fifa (d'Argento per Cristiano Ronaldo e di Bronzo per Manso) ma sopratutto lo chiude con la convinzione di poter essere decisivo quando serve e di poter giocare per la squadra anche in fase difensiva, come accadde lo scorso anno in occasione delle partite con Roma, Arsenal e Barcellona!

GLORY GLORY MAN UNITED!!!

MANCHESTER UNITED CAMPIOND DEL MONDO 2008-2009!!!

Classifica

Squadra
Giocate
Punti
1
Manchester United
21
47
2
Liverpool
21
46
3
Chelsea
22
45
4
Aston Villa
22
44
5
Arsenal
22
41
6
Everton
21
35
7
Wigan Athletic
22
31
8
Hull City
22
27
9
Fulham
19
26
10
West Ham United
21
26
11
Manchester City
21
25
12
Bolton Wanderers
22
23
13
Newcastle United
22
23
14
Sunderland
22
23
15
Portsmouth
20
23
16
Blackburn Rovers
21
21
17
Middlesbrough
22
21
18
Stoke City
22
21
19
West Bromwich Albion
22
21
20
Tottenham Hotspur
21
20

Ultime 10 partite

Partita
Risultato
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS