Benvenuto per la prima volta! e il tuo IP è 3.239.76.25 Stai usando Default0.0

Berbatov lancia il Manchester United all’inseguimento del Liverpool

30/12/2008
Premier League
Ventesima Giornata di Premier League
Manchester United - Middlesbrough
1-0
 
Red Devils non del tutto convincenti e ancora abbastanza discontinui, ma che meritano decisamente i tre punti contro un Middlesbrough non pervenuto

Se nel pomeriggio di domenica il Liverpool ha chiamato con una prestazione di livello altissimo, nel Monday Night della 20a giornata il Manchester United ha risposto con una vittoria che lancia i Red Devils all’inseguimento dei rivali, con la classifica che parla adesso di sette punti di distacco ma anche di ben due partite giocate in meno dalla banda di Sir Alex Ferguson, che così può potenzialmente arrivare a solo un punto dei Reds, in quello che potrebbe anche essere un grande testa a testa per il titolo tra due squadre molto rivali, senza dimenticare però che il Chelsea è sempre lì in scia a tre punti dal Liverpool. Il Manchester United ottiene la vittoria che serviva ma nella serata contro il Middlesbrough il campo ha mostrato una squadra che rimane ancora un po’ troppo altalenante nel corso della stessa partita, come se di 90 minuti ce ne siano alcuni da giocare e altri in cui invece sonnecchiare, un atteggiamento che ad esempio lo scorso anno la squadra di Ferguson non aveva e che può anche far venire qualche dubbio su un possibile inconscio appagamento: comunque sia, la rete di Dimitar Berbatov regala ai Red Devils una vittoria forse più faticata del dovuto ma comunque strameritata, segno che questa squadra quando vuole giocare e quando riesce ad essere davvero determinata è ancora straordinaria, anche perché non sono tante le squadre che possono permettersi di far partire dalla panchina bandiere come Paul Scholes e Ryan Giggs, senza dimenticare gli infortuni di Anderson e Nani e l’assenza a sorpresa di Carlos Tevez, che secondo voci ufficiose sarebbe stato costretto al ritorno in Argentina da problemi familiari. Non pervenuto invece il Middlesbrough, che non ha saputo approfittare dei momenti favorevoli nel corso del match e che ha mostrato anche problemi nel reparto che solitamente è il migliore, ovvero quello difensivo, con Wheater in particolare affanno e che con il suo errore regala a Berbatov il gol decisivo. La squadra di Southgate rimane sempre vicinissima alla zona retrocessione e in questo momento sembra decisamente impalpabile, specialmente se in attacco gioca una delle più grandi bufale degli ultimi anni, ovvero l’inutile Afonso Alves.

Il Manchester United rilancia Berbatov nella formazione titolare, scendendo in campo con il solito 4-4-2 che vede il rientro di Carrick in mediana e l’innesto di Rafael Da Silva nel ruolo di terzino destro. Come previsto, il Middlesbrough rilancia Afonso Alves nell’undici titolare e si presenta con il 4-5-1, anche se a sorpresa è Downing a fare l’interno mentre Tuncay Sanli va a fare l’ala sinistra. Novità anche in difesa, dove viene ripescato Matthew Bates per fare il terzino destro, mentre Pogatetz va a fare il terzino sinistro.

L’inizio di gara è abbastanza aperto, con il Manchester United che gioca a bassi ritmi ma che va già diverse volte al tiro, impegnando un Turnbull abbastanza incerto nella tecnica di ogni suo intervento, così come appare in difficoltà anche Bates, che troppe volte si accentra eccessivamente nel fare la diagonale e lascia molto spazio sulla sua corsia: sorprende che Ferguson non provi a spostare Cristiano Ronaldo sulla fascia sinistra per approfittare di questa situazione.

Cristiano Ronaldo nella prima mezz’ora appare più pericoloso rispetto ai suoi standard stagionali: al 14’ una punizione dal vertice sinistra dell’area viene battuta dal portoghese a cercare l’angolo lontano con un tiro basso e velenoso che prende velocità rimbalzando a terra, Turnbull sbaglia ancora facendo un passo verso l’angolo angolo (quello coperto dalla barriera) e quando si accorge dell’errore è troppo tardi e viene salvato dal fatto che la palla esca sfiorando il palo.

Al 22’ è strepitoso il triangolo tra Rooney e Berbatov, con il tocco di prima del bulgaro che permette lo scatto del compagno decentrato sulla sinistra, al centro c’è Fletcher ma Rooney sceglie intelligentemente un cross basso arretrato per Cristiano Ronaldo che così è liberto ma il suo sinistro basso sfiora il palo ed esce.

Lo United è davvero ottimo e irresistibile quando accelera, il problema è che questo non succede spesso e in molti altri frangenti sembra quasi di vedere una squadra fin troppo rilassata, che permette al centrocampo a 5 del Boro di tenere abbastanza bene, mentre la difesa della squadra di Southgate è sempre molto insicura quando attaccata. Nel Manchester United si distingue l’ottima regia di Michael Carrick, decisamente il più continuo dei suoi, mentre Fletcher è più impreciso del solito.

Proprio un lancio da centrocampo dello scozzese al 45’ finisce per creare l’ultima grande occasione della prima frazione: sponda di testa di Cristiano Ronaldo per Rooney, che dalla sinistra dell’area di rigore calcia al volo con il collo esterno sinistro e trova una traiettoria ottima ma non troppo angolata e Turnbull riesce a spingere il pallone in corner.

A fine primo tempo c’è un dubbio contatto tra Pogatetz e Cristiano Ronaldo in area sulle conseguenze di un corner, con l’austriaco che usa troppo il braccio, ma con il portoghese che da par suo accentua in modo troppo scenico l’avvenuto, cadendo a terra in modo del tutto iniquo rispetto al contatto: l’arbitro non concede nulla e allora Cristiano Ronaldo prima protesta e poi all’ingresso del tunnel dello spogliatoio prova a farsi giustizia da solo, scatenando un’ignobile testa contro testa con l’avversario, una scena davvero censurabile. Il calcio inglese può fare benissimo a meno di questi due personaggi, con Pogatetz che in qualche modo fa parte della categoria dei calciatori e non in quella dei macellai, mentre Cristiano Ronaldo in questa stagione è troppo spesso dannoso per il Manchester United, con tutti i suoi atteggiamenti e i suoi personalismi (in questa serata più volte invece di fare tocchi facili a compagni liberi s’è intestardito per inventarsi la giocata stratosferica e fantasmagorica, sbagliandola sempre) fa solo del male alla squadra: l'anno scorso il portoghese era tutt'altra cosa e farebbe bene a farsi un bagno di umiltà, magari guidato da compagni di come Scholes e Giggs che hanno portato avanti la loro splendida carriera proprio su questa base.

L’inizio di ripresa è difficoltoso per i Red Devils, perché giocano a ritmo troppo blando e rientrano sempre molto male sulle ripartenze avversarie, rischiando davvero molto: in particolare, Cristiano Ronaldo si intestardisce a non rientrare più e questo crea praterie importanti per il Boro anche perché su quella corsia Rafael Da Silva ha la tendenza a sbilanciarsi in avanti per le proprie caratteristiche, ma Southgate non se ne accorge nemmeno e non indica ai suoi di pungere particolarmente sulla corsia mancina, mentre ad accorgersene prima è Ferguson, che così riesce a tappare la falla in tempo inserendo Gary Neville, un terzino che si sbilancia di meno e che frena tutti i problemi sorti su quella corsia.

I primi 20 minuti di ripresa dello United sono però piuttosto brutti e al 62’ il Middlesbrough si rende molto pericoloso: Bates crossa bene e basso da destra, Tuncay va in tuffo di testa nonostante il pallone non sia che a pochi centimetri da terra ma gira bene e manda il pallone a sfiorare il palo.

Il Manchester United però si risveglia, torna a premere e segna il gol della vittoria al 69’: cross da sinistra di Carrick che viene respinto malamente da Wheater, Berbatov riesce a trovare una coordinazione non facile e batte il portiere realizzando la rete dell’1-0, un gol molto importante per la stagione dei Red Devils. E’ anche il gol più importante della stagione del bulgaro, che in questa Premier League aveva segnato soltanto altre due volte, nelle goleade inflitte al West Bromwich e allo Stoke City.

Dopo il gol inizia una fase in cui torna a vedersi un bel Manchester United, con ritmo e buone occasioni create, ma queste alternanze di gioco della squadra di Ferguson andrebbero cancellate per puntare veramente al titolo.

Un mezzo brivido finale non può togliere una vittoria piuttosto meritata per il Manchester United, che adesso può puntare con fiducia al primo posto del Liverpool, anche se sarà probabilmente la prossima giornata di campionato a dirimere chi può essere la principale antagonista dei Reds, visto che domenica 11 Gennaio ad Old Trafford arriverà il Chelsea. Il prossimo impegno però riguarda la FA Cup, con i Red Devils che andranno a far visita al Southampton, in un match di elevato fascino.

Rischia il tracollo invece il Middlesbrough, che nella prossima giornata di campionato avrà da affrontare un fondamentale derby del nord dell’Inghilterra contro il Sunderland, un match da vincere obbligatoriamente per il Boro per non precipitare nella zona retrocessione. Per quanto riguarda il terzo turno di FA Cup, l’undici di Southgate ospiterà il Barrow, squadra che milita in Conference.

Manchester United (4-4-2): Van der Sar sv – Rafael Da Silva 6,5 (62 Neville 6,5) Vidic 6 Evans 6,5 O’Shea 6 – Cristiano Ronaldo 5,5 (84’ Giggs sv) Fletcher 5 (62’ Scholes 6,5) Carrick 7 Park Ji-Sung 6 – Berbatov 7 Rooney 6

In panchina: Kuszczak, Welbeck, Gibson, Possebon
Manager: Alex Ferguson 6

Middlesbrough (4-5-1): Turnbull 5 – Bates 5,5 Riggott 5 Wheater 4 Pogatetz 5 – Aliadiere 6 (76’ Emnes sv) O’Neil 6,5 Arca 6,5 Downing 6 Tuncay 5,5 – Afonso Alves 4

In panchina: Jones, Taylor, Huth, Shawky, Porritt, Walker
Manager: Gareth Southgate 5

Arbitro: Martin Atkinson 6,5

Gol: 69’ Berbatov
Ammoniti: Park Ji-Sung, Scholes (MU)

A cura di:
Silvio Di Fede

Se ti è piaciuto l'articolo puoi leggerne altri sul blog personale di Silvio di Fede qui: http://silviodifede.blogspot.com


Classifica

Squadra
Giocate
Punti
1
Manchester United
21
47
2
Liverpool
21
46
3
Chelsea
22
45
4
Aston Villa
22
44
5
Arsenal
22
41
6
Everton
21
35
7
Wigan Athletic
22
31
8
Hull City
22
27
9
Fulham
19
26
10
West Ham United
21
26
11
Manchester City
21
25
12
Bolton Wanderers
22
23
13
Newcastle United
22
23
14
Sunderland
22
23
15
Portsmouth
20
23
16
Blackburn Rovers
21
21
17
Middlesbrough
22
21
18
Stoke City
22
21
19
West Bromwich Albion
22
21
20
Tottenham Hotspur
21
20

Ultime 10 partite

Partita
Risultato
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS
VS